“Spaccio droga perché sono disoccupato”, giudice libera un tunisino

Vicenza – Era stato arrestato dalla guardia di finanza per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti; è stati rimesso in libertà con l’obbligo di firma. Davanti al giudice avrebbe ammesso di essersi dedicato allo spaccio per sbarcare il lunario dopo aver perso il lavoro.

Come scrive ilgiornaledivicenza.it, i fatti risalgono alla scorsa settimana, quando Anuar Trabelsi, tunisino di 27 anni, residente in città, è stato fermato a Ponte Alto dai militari della fiamme gialle, impegnati in controlli antidroga. Addosso aveva 3,3 grammi di cocaina, prontamente individuati dal cane Zack. Il quantitativo di sostanza stupefacente ha fatto scattare la perquisizione domiciliare.

All’interno dell’armadio di Trabelsi sono stati trovati e sequestrati 1,3 chili di hashish in panetti, 332 grammi di marijuana, 25 grammi di cocaina e una pastiglia di ecstasy. Il tunisino (avv. Anna Sambugaro) è stato portato al San Pio X, fino all’interrogatorio di ieri, davanti al giudice Massimo Gerace, che da disposto la remissione in libertà con obbligo di firma.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -