Scandalo vaccini in Cina, coinvolta azienda farmaceutica

Il primo ministro cinese Li Keqiang ha chiesto “sanzioni severe” e “tolleranza zero” dopo il nuovo scandalo sui vaccini che ha coinvolto un’ del Paese.

L’autorità del farmaco e degli alimenti cinese ha annunciato di aver fermato la produzione del vaccino antirabbico della Changchun Changsheng, una delle principali industrie del settore, dopo aver scopero dati falsificati e altri problemi nel corso di un’ispezione. In particolare, secondo Li Keqiang, la società “ha superato la linea rossa dell’etica”.

Il premier ha annunciato la creazione di una commissione di inchiesta governativa per fare luce sulla filiera dei vaccini annunciando “tolleranza zero”.

Il caso ha scatenato una valanga di commenti sui social in particolare contro l’industria farmaceutica nazionale, giudicata poco affidabile. L’ultimo episodio si aggiunge alla lunga serie di scandali che hanno alimentato la collera sulla sicurezza dei medicinali in Cina.

(fonte afp)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal


FIGO - Free Intelligent Go

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -