Dopo inseguimento uccise stalker che perseguitava una donna, poliziotto condannato

Sentenza ribaltata in appello per l’agente di polizia Michele Paone, che la notte tra il 29 e 30 luglio del 2011, al termine di un inseguimento lungo il Gra uccise con un colpo di pistola Bernardino Budroni di 40 anni. Oggi i giudici hanno condannato Paone a 8 mesi di reclusione per omicidio colposo con eccesso colposo dell’uso legittimo delle armi.

Nel 2014, in primo grado, il poliziotto era stato assolto con la formula “perché il fatto non costituisce reato”. Budroni, che era stato denunciato per stalking dalla sua ex fidanzata, era stato inseguito mentre era a bordo della sua auto dopo aver avuto in via Quintilio Varo a Cinecittà una violenta discussione con la sua ex. Fu lei a chiamare gli agenti che lo rintracciarono sul Gra e si misero a inseguirlo ad alta velocità. adnkronos



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -