Calci, testate e naso rotto: afghano manda mediatrice culturale all’ospedale

Un 24enne afghano ha mandato all’ospedale una mediatrice culturale conosciuta nel Cara di Mineo, non accettando il rifiuto di una relazione sentimentale.

L’uomo l’ha raggiunta e bloccata, e dopo l’ennesimo tentativo di baciarla, le ha dato una testata sul naso e alcune ginocchiate all’addome, procurandole una frattura ossea al naso giudicata guaribile in otto giorni. E’ accaduto a Caltagirone (Catania), in via Santa Maria di Gesù, nei pressi dell’Educandato San Luigi.

Il giovane è stato arrestato dai carabinieri per atti persecutori e lesioni personali, come apprendiamo dal sito della Sicilia.it

Già il 29 giugno scorso, la donna aveva sporto querela nei confronti dell’afgano che continuava a minacciarla, maltrattarla e pedinarla. I militari, che da tempo controllavano la 28enne, sono intervenuti, scongiurando peggiori conseguenze. Lo straniero è stato condotto nel carcere di Caltagirone, dovrà rispondere di atti persecutori e lesioni personali.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -