Riduzione in schiavitù e sfruttamento della prostituzione, arrestata nigeriana

Condividi

 

MILANO, 10 LUG – Una nigeriana di 44 anni è stata arrestata dai carabinieri del Comando provinciale di Milano per la riduzione in schiavitù e lo sfruttamento della prostituzione di due connazionali adescate a Benin City (Nigeria) e convinte a trasferirsi a Milano per gestire un negozio.

Dopo aver attraversato il deserto fino alla Libia e il mar Mediterraneo su un barcone, però, le due donne sono state costrette a prostituirsi con l’aiuto del marito di 48 anni e della figlia di 25, entrambi denunciati a vario titolo. L’organizzazione famigliare era riuscita a schiacciare la volontà delle vittime grazie al “juju” tipico di quell’area, un rito voodoo emerso in molte indagini sulla prostituzione nigeriana. (ANSA).

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -