Riduzione in schiavitù e sfruttamento della prostituzione, arrestata nigeriana

MILANO, 10 LUG – Una nigeriana di 44 anni è stata arrestata dai carabinieri del Comando provinciale di Milano per la riduzione in schiavitù e lo sfruttamento della prostituzione di due connazionali adescate a Benin City (Nigeria) e convinte a trasferirsi a Milano per gestire un negozio.

Dopo aver attraversato il deserto fino alla Libia e il mar Mediterraneo su un barcone, però, le due donne sono state costrette a prostituirsi con l’aiuto del marito di 48 anni e della figlia di 25, entrambi denunciati a vario titolo. L’organizzazione famigliare era riuscita a schiacciare la volontà delle vittime grazie al “juju” tipico di quell’area, un rito voodoo emerso in molte indagini sulla prostituzione nigeriana. (ANSA).



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -