Immigrazionismo, ideologia criminale: genocidio dei popoli che emigrano e di quelli che accolgono

L’immigrazionismo è una ideologia criminale, è il genocidio dei popoli che emigrano e di quelli che accolgono.

Da “i migranti ci pagano le pensioni” –  luogo comune dei Radical chic – a “i migranti ci servono per raccogliere i pomodori” della Bonino, responsabile di migliaia e migliaia di morti premature, oggi siamo addirittura arrivati a “i migranti ci servono per mungere le mucche” dell’eGonomista Cottarelli.

Nel rispetto reciproco, e per la chiarezza che mi contraddistingue, dico che i cosiddetti “migranti” devono restare in seno alle proprie culture o tornare in Patria per far progredire e sviluppare il proprio paese di origine, come abbiamo fatto noi. Devono #LOTTARE e per avere quello che abbiamo noi, perché l’immigrazione di massa è una fuga, non la soluzione del problema. Devono #FARSILMAZZO come abbiamo fatto noi. Qui nessuno ci ha regalato nulla. L’Italia è il risultato del sudore versato, di lacrime e sangue, come scrive Marco Di Santo in un commento sulla pagina Facebook di ImolaOggi.it:

“Gli africani devono “combattere” nel loro paese di origine, devono intraprendere un percorso che li porti a conquistare un modello sociale civile, niente arriva per caso! I nostri nonni hanno combattuto, molti sono morti, ma ci hanno lasciato un paese libero. Non tollero assolutamente che oggi si debba perdere tutto questo, modificare la nostra cultura e le nostre abitudini. Ma dove sta scritto che dobbiamo cambiare tutto questo? A cosa è servito combattere due guerre, eleggere uno Stato democratico e puntare ad uno stato civile? Lo facessero pure gli africani! Ma dove sta scritto che vengono qui da noi, imponendo la loro religione, le loro abitudini ed in più dobbiamo stare zitti? Se proviamo a difendere la nostra ITALIA ci giudicano razzisti e fascisti! Ma dove è scritto tutto questo? L’ha deciso la sinistra? Chi l’ha deciso? Ciò che non tollero è la violenza di questi africani, vogliono tutto, vogliono tutti i servizi senza pagare! Se un controllore di un bus gli chiede il biglietto viene massacrato di botte! Questo vuol dire essere un paese civile? Nossignoreeeeeee!!!!!!! Un saluto particolare alla Boldrini e i sui compagni di merende! E’ finita la pacchia!!!”

Armando Manocchia

L’immigrazione di massa non sarà mai la soluzione alla povertà e ai problemi del mondo

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -