Ong Sea-Watch chiede apertura dei porti italiani per i ‘migranti salvati dagli Usa’

L’Ong tedesca Sea-Watch si è detta pronta ad accogliere i 40 migranti prelevati ieri dalla marina americana al largo della Libia solo se l’Italia aprirà i suoi porti. La nave americana Trenton ha soccorso ieri decine di migranti dopo il (presunto) naufragio della loro imbarcazione, che ha causato la morte di almeno 12 persone, secondo l’Ong.

I militari Usa hanno precisato di aver “fornito cibo, acqua e cure mediche ai 40 sopravvissuti”.

“La nave della Marina degli Stati Uniti ci ha chiesto di farci carico di queste persone – ha detto alla France Presse Ruben Neugebauer, portavoce della Sea-Watch – siamo pronti ad accoglierli a condizione che l’Italia ci apra i porti”. Le due navi si trovano al momento in acque internazionali a nord di Tripoli. “Ci vogliono circa 36 ore per raggiungere un porto italiano”, ha precisato Neugebauer. askanews

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -