Ong Sea-Watch chiede apertura dei porti italiani per i ‘migranti salvati dagli Usa’

L’Ong tedesca Sea-Watch si è detta pronta ad accogliere i 40 migranti prelevati ieri dalla marina americana al largo della Libia solo se l’Italia aprirà i suoi porti. La nave americana Trenton ha soccorso ieri decine di migranti dopo il (presunto) naufragio della loro imbarcazione, che ha causato la morte di almeno 12 persone, secondo l’Ong.

I militari Usa hanno precisato di aver “fornito cibo, acqua e cure mediche ai 40 sopravvissuti”.

“La nave della Marina degli Stati Uniti ci ha chiesto di farci carico di queste persone – ha detto alla France Presse Ruben Neugebauer, portavoce della Sea-Watch – siamo pronti ad accoglierli a condizione che l’Italia ci apra i porti”. Le due navi si trovano al momento in acque internazionali a nord di Tripoli. “Ci vogliono circa 36 ore per raggiungere un porto italiano”, ha precisato Neugebauer. askanews



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -