Migranti, Tunisia convoca l’ambasciatore italiano: “Stupore per le parole di Salvini”

Condividi

 

L’ambasciatore italiano a Tunisi, Lorenzo Fanara, è stato convocato dal ministero degli Esteri per trasmettergli il «profondo stupore» del governo del Paese nordafricano per le dichiarazioni del ministro dell’Interno italiano, Matteo Salvini. Lo riporta l’agenzia di stampa ufficiale ‘Tap’, citando una nota del ministero degli Esteri tunisino.

Ieri Salvini, dopo aver visitato l’hotspot di Pozzallo, ha affermato che la Tunisia è un paese libero e democratico dove non ci sono guerre, epidemie e pestilenze, che non sta esportando dei gentiluomini ma spesso e volentieri dei galeotti.

La Tunisia svuota le carceri e i violenti sbarcano in Italia

 

Nel comunicato del ministero degli Esteri tunisino, si sottolinea che queste dichiarazioni non riflettono il livello di cooperazione tra i due paesi nella lotta all’immigrazione clandestina. Le parole del ministro italiano, si legge, «denotano una mancanza di conoscenza dei vari meccanismi di coordinamento stabiliti tra i servizi tunisini e italiani responsabili della lotta contro la migrazione irregolare».

Salvini: “Saremo ben contenti di organizzare un incontro nel più breve tempo possibile con il collega ministro dell’Interno tunisino per rafforzare e rinsaldare i rapporti sul fronte immigrazione”. Lo ha affermato il ministro degli Interni Matteo Salvini, segretario della Lega e Vicepremier dopo che la Tunisia ha convocato l’ambasciatore italiano alla luce delle sue affermazioni sui migranti.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -