Renzi scappa: non si presenta a deporre al processo contro Maiorano

Anche questa volta Matteo Renzi non si è presentato in tribunale per testimoniare contro l’ex dipendente comunale Alessandro Maiorano, che da anni lo accusa di aver dilapidato 20 milioni di euro in fiori, regali, pranzi, cene, voli intercontinentali, il tutto quando era presidente della Provincia (fra il 2004 e il 2009). Il processo, nato da una querela di Renzi, è cominciato il 7 luglio 2014 e ha subìto numerosi rinvii, quasi tutti a causa della mancata presenza di Renzi, chiamato a testimoniare come persona offesa del reato di diffamazione.

Ogni volta è stato riconosciuto il suo legittimo impedimento. Era presidente del consiglio. E segretario del Pd. Ora però è un semplice senatore. Sapeva da mesi che avrebbe dovuto presentarsi oggi – 23 maggio 2018 – alle ore 10 in tribunale per deporre. Invece niente. Il suo avvocato, Federico Bagattini, ha depositato un biglietto aereo di andata e ritorno dal 22 al 24 maggio in Kazakistan.E’ stato Renzi a sporgere querela e a dare il via al processo. E si è costituito parte civile. La procura ha chiesto e ottenuto l’archiviazione dell’inchiesta sulle spese in Provincia. Non si capisce perché l’ex presidente del consiglio non abbia ancora deposto in aula. In altri Paesi la sua assenza verrebbe giudicata come un oltraggio alla corte.

In Italia in casi del genere di solito il giudice dispone l’accompagnamento coatto. Con Renzi procura e tribunale sono stati meno drastici.

http://firenze.repubblica.it



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -