Piacenza: Carabiniere pestato da antifascisti, libero anche il terzo imputato

Condividi

 

Carabinieri pestato dagli antifascisti

PIACENZA, 19 MAG – E’ stato scarcerato anche il terzo imputato nel processo per la violenta aggressione ai danni di un carabiniere lo scorso 10 febbraio a Piacenza durante una manifestazione dei centri sociali e degli antagonisti contro CasaPound. Giorgio Battagliola, detto “il Brescia”, cuoco 29enne di Bussoleno (Torino) e noto negli ambienti degli attivisti No Tav, ha ottenuto gli arresti domiciliari.

Il processo ai tre imputati per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali (gli altri due sono il modenese Lorenzo Canti e Moustafa Elshennawi, egiziano) è iniziato l’altro ieri in tribunale a Piacenza, dove il difensore di Battagliola aveva chiesto in aula al giudice la concessione degli arresti domiciliari anche per il 29enne. Il giudice ha accolto la richiesta di alleggerimento della misura cautelare e quindi ora il giovane non si potrà muovere dalla sua abitazione. La prossima udienza è stata fissata il 6 giugno. (ANSA)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -