Scafista recidivo, tunisino già arrestato ed espulso torna in Italia

L’ennesimo scafista recidivo, già arrestato ed espulso, ma tornato ad operare nel traffico di esseri umani e di nuovo arrestato.
L’unica soluzione è bloccare immediatamente gli sbarchi, senza se e senza ma! Corridoi umanitari solo per veri profughi, e blocco navale per chi vuol arrivare in cerca di fortuna e non fa altro che ingrassare questo racket indecente nel Canale di Sicilia!

Lo scrive Luca Zaia su Facebook

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -