Scafista recidivo, tunisino già arrestato ed espulso torna in Italia

Condividi

 

L’ennesimo scafista recidivo, già arrestato ed espulso, ma tornato ad operare nel traffico di esseri umani e di nuovo arrestato.
L’unica soluzione è bloccare immediatamente gli sbarchi, senza se e senza ma! Corridoi umanitari solo per veri profughi, e blocco navale per chi vuol arrivare in cerca di fortuna e non fa altro che ingrassare questo racket indecente nel Canale di Sicilia!

Lo scrive Luca Zaia su Facebook

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -