Caso Ema, Borghezio: vergognoso schiaffo della UE a Milano e all’Italia

“La Commissione Europea, che lei rappresenta, si deve vergognare delle risposte che qui ha dato sul caso EMA. La stessa Commissione che si permette indebite ingerenze sulla formazione del nuovo governo in Italia!”, così l’On. Borghezio nell’aula della Commissione Petizioni.

“L’intervento pronunciato oggi dall’alto funzionario rappresentante della Commissione Europea nell’aula della Commissione Petizioni in risposta alle osservazioni critiche svolte sulla vicenda EMA dal Sindaco di Milano, ha riprodotto, nei termini generici e nel contenuto a dir poco inconcludente, quanto solitamente la Commissione risponde alle interrogazioni di noi euroscettici.

Questa volta, però, di fronte al Parlamento gli europarlamentari italiani hanno posto una questione che sostanzialmente inerisce al rispetto, anzitutto delle sue prerogative, ma anche e soprattutto a quello delle norme attinenti la trasparenza degli atti.

La procedura seguita per l’assegnazione della sede dell’EMA alla città di Amsterdam, come è stato ben documentato, è un’incredibile susseguirsi di violazioni o, nel migliore dei casi, di inosservanze delle norme europee in tema di trasparenza degli atti, in particolare per gli appalti pubblici. Basti considerare anche il solo fatto che al Parlamento Europeo siano state fornite informazioni sicuramente incomplete e, per molti versi, addirittura false…

Tutto questo ha motivato la mia forte reazione e le parole severe con le quali ho affrontato in aula il rappresentante della Commissione, al quale ho fatto rilevare anche quanto sia stridente il contrasto fra i diktat della Commissione alle forze politiche che in Italia stanno lavorando alla costruzione del nuovo governo, ed il fatto che la stessa Commissione continui a difendere la procedura da essa seguita in palese contrasto con le norme europee”.

On. Mario Borghezio – Deputato Lega Nord al P.E.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -