L’accordo Pd-M5s è saltato perché Renzi voleva imporre la Boschi

Condividi

 

A PiazzaPulita, Massimo Giannini di Repubblica ha snocciolato le sue informazioni riservate sulle lunghe settimane di consultazioni. Intervistato da Corrado Formigli, si è concentrato sulle ragioni che avrebbero portato alla rottura tra M5s e Pd nei giorni della trattativa per il governo.

Le notizie di Giannini sono due. La prima: “Matteo Renzi e Luigi Di Maio si sono parlati“. Insomma, nonostante le smentite soprattutto dell’ex segretario Pd, i contatti ci sarebbero stati, eccome. Dunque, Giannini rivela perché sarebbe saltato tutto: per Maria Elena Boschi. “Lo schema – riprende – è saltato sulla figura della Boschi. I 5 Stelle erano disposti a negoziare su varie cose ma non sulla presenza della Boschi. Renzi non ha ceduto a sua volta: la voleva in campo”, ha concluso.

www.liberoquotidiano.it

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -