Monte Paschi: Profumo e Viola rinviati a giudizio per aggiotaggio e falso in bilancio

L’ex presidente e l’ex ad sono imputati nell’ambito di uno dei processi sulla crisi dell’istituto bancario senese, in particolare sulla contabilizzazione dei derivati Santorini e Alexandria. Il processo inizierà il 17 luglio

Il gup di Milano ha deciso il rinvio a giudizio per gli ex vertici del Monte dei Paschi di Siena: l’ex presidente (e attuale amministratore delegato di Leonardo), Alessandro Profumo, e l’ex ad Fabrizio Viola. Per loro l’accusa è di aggiotaggio e falso in bilancio nell’ambito di uno dei processi sulla crisi dell’istituto toscano, in particolare sulla contabilizzazione dei derivati Santorini e Alexandria. Insieme a loro, è stato rinviato a giudizio anche Paolo Salvadori, ex presidente del collegio sindacale. Per lui però è caduta l’accusa di aggiotaggio. La procura aveva chiesto il proscioglimento per tutti gli imputati. Il processo inizierà il 17 luglio. tg24.sky.it

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -