GB e Corte UE: “cure inutili”, staccare la spina al piccolo Alfie

Dopo Charlie Gard e Isaiah Haastrup i giudici inglesi condannano a morte anche Alfie Evans perché la sua vita “è inutile”. Il giudice Hayden ha detto precisamente che «il cervello di Alfie è stato a tal punto corrotto dalla malattia mitocondriale» che «his life was futile». “La sua vita è futile”. Un giudice decide se una vita è degna di essere vissuta o no.

ROMA, 12 APR – L’Alta Corte inglese ha stabilito che va staccata la spina al piccolo Alfie Evans perché ormai purtroppo qualunque cura è diventata inutile ed ha fissato una data che rimarrà però segreta per ragioni legali. Lo riferisce Bbc News online.

Il bimbo inglese nato il 9 maggio del 2016 e collegato a un respiratore da quando ha sviluppato una rara malattia neurodegenerativa era finito al centro di una battaglia legale tra l’ospedale e i genitori. Lo scorso febbraio l’Alta Corte aveva accolto la richiesta dell’ospedale pediatrico Alder Hey di Liverpool di interrompere le cure al bambino. Ora, il giudice Hayden, scrive il Guardian, ha accolto l’evidenza medica secondo la quale ogni ulteriore cura sarebbe inutile, e ha confermato il primo pronunciamento.

Il 28 marzo anche la Corte europea dei diritti umani aveva a sua volta dichiarato inammissibile il ricorso presentato lo scorso 23 marzo dai genitori di Alfie Evans contro la decisione delle autorità britanniche di interrompere le cure salva vita. (ANSA)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -