Celentano a Renzi: “Prendi la bici e vai da Di Maio per guarire l’Italia”

Condividi

 

“Ciao Matteo, per rivincere bisogna prima saper perdere. Io, al tuo posto, andrei in bicicletta a trovare Di Maio e gli direi: eccomi qui pronto al tuo fianco per guarire l’Italia”. Lo scrive Adriano Celentano in una lettera al ‘Fatto quotidiano’.

“Sbagliare è umano, ma risbagliare potrebbe essere da deficienti. So che in politica non si usa, perché per i politici l’unico binario percorribile è quello del risentimento. Ma tu forse sei diverso. Perché magari sai anche perdere. E d’altra parte non c’è altro modo per rivincere”, scrive Celentano.

“Ecco cosa farei se fossi al tuo posto: prenderei la bicicletta e, da solo, andrei a trovare il vincitore del 4 marzo: Luigi Di Maio. E in religiosa umiltà gli direi: eccomi qui pronto al tuo fianco per guarire l’Italia -prosegue la lettera di Celentano-. Una mossa che spiazzerebbe persino il Papa. Non riesco e non voglio neanche pensare quali benefiche ripercussioni potrebbe avere, anche in campo internazionale, una mossa del genere. E… non voglio neanche pensare cosa succederebbe se tu non la facessi”.

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “Celentano a Renzi: “Prendi la bici e vai da Di Maio per guarire l’Italia””

  1. L’unico modo per salvare l’Italia, Di Maio e Renzi insieme. Ci vuole umiltà. Bisogna pensare agli Italiani che non ne possono più non al partito. In bicicletta o a piedi bisogna che i due si incontrino senza se né ma questo è quello che chiede Celentano ma anche moltissimi Italiani di sinistra e non. Non possiamo aspettare oltre il malcontento e la povertà incombono, la rivoluzione è alle porte.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -