Celentano a Renzi: “Prendi la bici e vai da Di Maio per guarire l’Italia”

“Ciao Matteo, per rivincere bisogna prima saper perdere. Io, al tuo posto, andrei in bicicletta a trovare Di Maio e gli direi: eccomi qui pronto al tuo fianco per guarire l’Italia”. Lo scrive Adriano Celentano in una lettera al ‘Fatto quotidiano’.

“Sbagliare è umano, ma risbagliare potrebbe essere da deficienti. So che in politica non si usa, perché per i politici l’unico binario percorribile è quello del risentimento. Ma tu forse sei diverso. Perché magari sai anche perdere. E d’altra parte non c’è altro modo per rivincere”, scrive Celentano.

“Ecco cosa farei se fossi al tuo posto: prenderei la bicicletta e, da solo, andrei a trovare il vincitore del 4 marzo: Luigi Di Maio. E in religiosa umiltà gli direi: eccomi qui pronto al tuo fianco per guarire l’Italia -prosegue la lettera di Celentano-. Una mossa che spiazzerebbe persino il Papa. Non riesco e non voglio neanche pensare quali benefiche ripercussioni potrebbe avere, anche in campo internazionale, una mossa del genere. E… non voglio neanche pensare cosa succederebbe se tu non la facessi”.



   

 

 

1 Commento per “Celentano a Renzi: “Prendi la bici e vai da Di Maio per guarire l’Italia””

  1. L’unico modo per salvare l’Italia, Di Maio e Renzi insieme. Ci vuole umiltà. Bisogna pensare agli Italiani che non ne possono più non al partito. In bicicletta o a piedi bisogna che i due si incontrino senza se né ma questo è quello che chiede Celentano ma anche moltissimi Italiani di sinistra e non. Non possiamo aspettare oltre il malcontento e la povertà incombono, la rivoluzione è alle porte.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -