Truffa all’Inps con 53 falsi braccianti

Condividi

 

PATTI (MESSINA), 10 MAR – La guardia di finanza della Tenenza di Patti, nell’ambito di accertamenti per il contrasto alle frodi nella spesa pubblica, sta notificando un’avviso di conclusione indagini nei confronti del titolare di un’azienda agricola e di 53 falsi braccianti, che sarebbero stati fittiziamente assunti. Nell’atto giudiziario, notificato anche da militari delle Fiamme gialle di Catania, Riposto, Capo d’Orlando e Sant’Agata di Militello, si contesta una truffa agli istituti previdenziali ed assistenziali da 155.000 euro. L’importo è complessivamente riferito ad indennità di malattia, maternità e disoccupazione indebitamente percepite, in concorso, da tutti i consapevoli finti braccianti.

L’indagine, coordinata dalla Procura di Messina, è stata avviata dopo una segnalazione dell’Inps sulla possibile assunzione di falsa manodopera agricola. E’ emersa una notevole sproporzione tra il numero di braccianti assunti dall’azienda, formalmente operante a Ficarra ed il reale fabbisogno di personale. (ANSA)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -