Fake News: psicoreato voluto dal sistema che non accetta il pensiero controcorrente

Condividi

 

L’ultimo libro di Enrica Perucchietti può essere considerato un vero e proprio grido d’allarme. La battaglia in corso contro le cosiddette fake news è per Enrica Perucchietti un ulteriore grande passo verso una forma moderna di psicoreato, voluta da forze governative che non accettano il pensiero controcorrente. Un tema super-bollente soprattutto in questi tempi dove il termine fake news è diventato quasi di moda ma dietro ci sono realtà e nuovi rischi non sempre di facile interpretazione.

Enrica Perucchietti
Fake News
Dalla manipolazione dell’opinione pubblica alla post-verità:
come il potere controlla i media e fabbrica l’informazione per ottenere il consenso.
Prefazione di Marcello Foa.
Arianna Editrice

L’ultimo libro di Enrica Perucchietti può essere considerato un vero e proprio grido d’allarme.
La battaglia in corso contro le cosiddette fake news è, in realtà, per Perucchietti un ulteriore grande passo verso una forma moderna di psicoreato , voluta da forze governative che non accettano il pensiero controcorrente.
Un tema super-bollente soprattutto in questi tempi dove il termine fake news è diventato quasi di moda ma dietro ci sono realtà e nuovi rischi non sempre di facile interpretazione.
Dopo i successi di Governo Globale, La Fabbrica della Manipolazione e Unisex , l’autrice torna ad analizzare il rapporto tra i mezzi di comunicazione, il potere e le strategie del controllo sociale, mostrando come i primi a mentire all’opinione pubblica siano proprio i media mainstream.

“Oggi chi non si allinea al pensiero unico e al politicamente corretto – afferma Perucchietti – viene perseguitato, rischia la censura e in futuro, grazie alle proposte politiche di cui parlo ampiamente nel libro, verrà punito con sanzioni se non addirittura con l’arresto”

Come tutti gli autori davvero controcorrente, Perucchietti è affascinata da Orwell e dal suo capolavoro 1984 . E in questo suo libro rilegge le dinamiche della nostra società alla luce di alcuni concetti fondamentali del grande autore britannico. Non si tratta di una banale trasposizione, né di una ricostruzione a posteriori bensì un viaggio palpitante e preoccupato nella nostra realtà, che appare agli occhi dell’autrice come geneticamente modificata.
“Il grido di allarme risuona chiaro e forte – scrive lo scrittore e giornalista Marcello Foa che firma prefazione – ci stanno omologando, ci stanno strappando alla nostra vita, alla nostra felicissima diversità”.

CHI È L’AUTRICE
Enrica Perucchietti è una scrittrice e giornalista italiana. Dopo una laurea con il massimo dei voti in Lettere e Filosofia e una specializzazione in Esoterismo, frequenta un corso di Redazione editoriale e vince uno stage in una casa editrice. Autrice di articoli presso riviste sia web che cartacee, dopo essere stata una giornalista televisiva presso la rete locale Rete7 ha deciso di dedicarsi completamente alla scrittura.
Collabora con la trasmissione televisiva “Mistero”.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -