Lambrate: adesca ragazzini minorenni, arrestato kosovaro

Adescava minorenni su Instagram per avere rapporti sessuali. Nel corso di un’operazione lampo la polizia ha arrestato in flagranza un ragazzo 21enne di origine kosovara per atti persecutori e tentativi di pedofilia.

Lunedì scorso il 21enne ha avviato una conversazione con uno studente 16enne di un liceo milanese dopo aver raccolto informazioni e il numero di telefono sul profilo Instagram della vittima. Nell’arco di 36 ore il kossovaro, che lavorava come panettiere, ha inviato su Whatsapp 130 messaggi al minorenne a sfondo sessuale spingendosi sempre di più fino a chiedere alla vittima un incontro e farsi praticare un rapporto orale.

Il 16enne preoccupato dal tenore della conversazione si è rivolto alla madre che è andata subito in questura con il cellulare del figlio per denunciare il fatto. Durante la denuncia il kossovaro ha continuato a mandare messaggi fornendo informazioni su dove incontrarsi con il minorenne. Nel giro di venti minuti una volante ha raggiunto la zona del possibile incontro, a Lambrate e ha bloccato l’uomo. Il 21enne aveva un precedente risalente al 2016 per lo stesso reato. Agli investigatori l’arrestato ha solo detto: “Ho sbagliato, è un vizio e ci sono ricascato”. Al momento dall’analisi del telefono del kosovaro risultano almeno altri due tentativi di adescamento a un altro 16enne e un 14enne. ADNKRONOS





   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -