Palermo: pestano dirigente Forza Nuova, antifascisti già liberi

Condividi

 

PALERMO – Il Gup del Tribunale di Palermo Roberto Riggio ha scarcerato Gianmarco Codraro e Carlo Mancuso, i due estremisti di sinistra legati al mondo dei centri sociali, accusati del tentato omicidio del responsabile provinciale di Forza Nuova Marcello Ursino. L’accusa e’ stata derubricata in lesioni personali gravi e i due indagati sono stati sottoposti al divieto di dimora a Palermo, cosa che li costringera’ semplicemente ad allontanarsi subito dal capoluogo.

Palermo, militante di Forza Nuova legato mani e piedi e pestato in strada

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -