Furti e rapine, colpi spaventosi: Roma Nord ostaggio delle “bande criminali”

Automobili cannibalizzate tra Valle Muricana e Prima Porta, vetri in frantumi e vetture trafugate nelle stazioni della Ferrovia Roma Nord, furti negli appartamenti di Labaro e quello spaventoso colpo messo a segno su via della Giustiniana dove una banda di criminali ha infranto il vetro antiproiettili della ricevitoria colpendolo con la grata di un tombino: macchina cambiamonete e slot divelte, bottino di 1500 euro portato via in appena un giro di lancette d’orologio.

Il ritorno della banda del tombino

Roma Nord trema: la “banda del tombino”, rinnovata versione di quella che poco più di un anno fa seminò il panico tra Ponte Milvio, Corso Francia e pure centro storico, è tornata. Ma non solo colpi eclatanti. In quel quadrante di Roma i furti sono all’ordine del giorno: incursioni in appartamenti e garage, auto scassinate e case svaligiate così come alcune delle piccole attività commerciali.

Tra Labaro e Prima Porta “emergenza” furti

“Il territorio è abbandonato e i cittadini non si sentono minimamente protetti. Sempre più frequenti sono le violazioni di domicilio, che avvengono anche durante il giorno, e i furti nelle automobili, soprattutto in prossimità delle aree di sosta a servizio delle stazioni Labaro, Prima Porta e La Celsa della Ferrovia Roma Nord” – denuncia Gina Chirizzi, consigliera del Pd in Municipio XV.

Il campo rom allo sbando

“Nella crescente percezione di lontananza delle istituzioni, non aiuta la situazione che si è venuta a creare al River, dove per via dei pasticci dell’amministrazione Raggi-Simonelli, il campo nomadi non è più sottoposto ad alcun controllo pubblico” – fa notare l’esponente Dem parlando di vera e propria “emergenza”.

A Roma Nord “non si vive più”

“E’ fondamentale che le forze dell’ordine tornino a presidiare il territorio e mettano in campo le necessarie attività investigative per assicurare alla giustizia queste bande di criminali che scorrazzano nel nostro territorio. Qui – conclide Chirizzi – non si vive più, se ne rendano conto”.

http://romanord.romatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -