Erdogan chiede l’assaggiatore per il pranzo al Quirinale

Sono stati mobilitati migliaia di esponenti delle forze dell’ordine e notevoli mezzi per la sicurezza del dittatore turco in Italia. Non mancano le notazioni curiose come quella diffusa da Repubblica che vorrebbe Erdogan preoccupato dei cibi che mangia a tal punto da aver chiesto che un assaggiatore di sua fiducia fosse autorizzato a stare nelle cucine del Quirinale in occasione del pranzo organizzato dal Presidente della Repubblica italiano.

Il Quirinale avrebbe però cortesemente rifiutato la proposta perché “il cibo sarà buonissimo, e soprattutto sano e sicuro”. Repubblica rivela di aver avuto conferma della particolare richiesta della diplomazia turca da una fonte turca. E ciò confermerebbe come “a Roma ieri sera è sbarcato il leader di un paese mediorientale in guerra”, afferma il quotidiano. Non si sa fino a che punto ciò corrisponda a realtà, mentre è un dato di fatto che la sua venuta in Italia è stata accompagnata da una grande mobilitazione per la sicurezza.

Nella Capitale italiana il presidente della Turchia sarebbe arrivato infatti con 150 persone, tra cui 54 uomini armati di scorta. Ci sarebbero anche auto blindate e una sorta di “autoblindo con cannoncino”.

 



   

 

 

1 Commento per “Erdogan chiede l’assaggiatore per il pranzo al Quirinale”

  1. paolino pierino.

    Erdogan conoscendo i soggetti che circolano nei palazzi del potere romani e in quello della PDR ha richiesto in occasione dei pranzi l’assaggiatore Fidarsi è bene non fidarsi dei politici italiani è meglio

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -