89enne in ospedale, trasferita in altra stanza su richiesta di una musulmana

PARMA, 7 FEB – Trasferita da una camera a un’altra dell’ospedale su richiesta di un’altra paziente musulmana. E’ successo nel reparto ‘maxillo-facciale’ del Maggiore di Parma.
Una donna di 89 anni, come denuncia alla Gazzetta di Parma la figlia dell’anziana, ha dovuto cambiare letto perché la vicina, di religione islamica, non tollerava la presenza in camera di un uomo, il figlio dell’89enne lì per assistere proprio la madre.

“Ci ha detto che lei (di nazionalità albanese di religione musulmana) non poteva rimanere di notte in camera con un uomo – spiega la figlia della paziente al quotidiano – e che quindi si doveva trovare una soluzione”.

La discussione è salita di tono e così l’infermiera di turno ha deciso il trasferimento e, denuncia sempre la figlia della 89enne, “la donna albanese è rimasta per altre due notti in stanza da sola mentre c’erano pazienti anche in corridoio“.  ANSA

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

“Il trasferimento – dice Enrico Sesenna, direttore della Chirurgia Maxillo Facciale– è stato concordato dall’équipe e veniva incontro alle rispettive esigenze. Ci sembra del tutto ragionevole – conclude il primario – mantenere un clima sereno e collaborativo da parte di tutti, in special modo quando questo non causa disagi ai pazienti e ai loro congiunti”.



   

 

 

1 Commento per “89enne in ospedale, trasferita in altra stanza su richiesta di una musulmana”

  1. Viaggio senza ritorno in Albania e che il diavolo se la porti lei e chi la protegge.

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -