18enne fatta a pezzi e chiusa in due valigie, fermato nigeriano

Condividi

 

Fatto a pezzi e nascosto in due trolley. Così è stato trovato sul ciglio di una strada nella zona industriale di Pollenza, in provincia di Macerata, il cadavere di Pamela Mastropietro, 18 anni. Il macabro ritrovamento è stato effettuato dai carabinieri di Pollenza che sono intervenuti in seguito alla segnalazione di un automobilista che ha notato le valigie abbandonate sulla strada. Grazie a una prima ispezione del medico legale e alle indagini dei carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Macerata, si è potuto stabilire che il corpo è quello della 18enne.

La ragazza, della cui scomparsa si era occupata anche la trasmissione ‘Chi l’ha visto?’, si era allontanata volontariamente nel pomeriggio del 29 gennaio scorso dalla comunità di recupero ‘Pars’ di Corridonia, dove era ospite.

Il sospetto fermato è un nigeriano, già noto alle forze di polizia, ma in regola con il permesso di soggiorno. I sospetti sono caduti su di lui dopo che le immagini di una sistema di sorveglianza all’esterno di una farmacia a Macerata lo hanno immortalato mentre segue la ragazza. Avrebbe ammesso di averla notata, ma ha negato ogni responsabilità, tirando, anzi, in ballo altre persone. Ora sono in corso varie perquisizioni, ma il sospettato principale è lui. ansa

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -