La CEI promuove il meticciato, ma non vuole che si parli di ‘razze’

I vescovi italiani esortano a “reagire a una ‘cultura della paura’ che, seppur in taluni casi è comprensibile, non può mai tramutarsi in xenofobia o addirittura evocare discorsi sulla razza che pensavamo fossero sepolti definitivamente”.

In reatà solo loro che tirano in ballo continuamente l’esistenza di razze diverse da accoppiare, promuovendo il meticciato.

Migranti, mons. Perego (Cei): l’Italia puo’ trovare un futuro nel ‘meticciato’

Il presidente della Cei Gualtiero Bassetti ha usato queste parole molto severe riguardo alle affermazioni del candidato leghista alla Regione Lombardia, Attilio Fontana. Aprendo i lavori del Consiglio Permanente dell’Episcopato italiano ha sottolineato che quell’espressione “ci ricorda, in particolare quest’anno, una pagina buia della storia del nostro Paese: le leggi razziali del 1938”. (con fonte AGI)

I nevrotici cattocomunisti islamizzati fanno propaganda al meticciato ammettendo quindi che esistono razze diverse da accoppiare, ma se qualcuno di destra parla di razza bianca, impazziscono come trottole, dicono che le razze non esistono e urlano al razzismo.

Cittadinanza ‘simbolica’ a 200 bambini. Kyenge: “Il meticciato è una ricchezza”

Condividi l'articolo

 



   

1 Commento per “La CEI promuove il meticciato, ma non vuole che si parli di ‘razze’”

  1. Articolo di verità incontrovertibile:se le razze esistono,allora da incroci genetici si possono avere meticci e mulatti;se le razze non esistono,parlare di”meticciato”come fa Perego,non ha alcun senso!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -