Romena strangolata davanti alla figlia di 11 mesi, arrestati connazionali

Su mandato della Procura di Termini Imerese (Palermo), i carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Termini Imerese e della stazione di Cerda hanno fermato due giovani romeni incensurati (Florin Buzilà di 19 anni e Paul Todirascu di 18) ritenuti responsabili di aver strangolato la romena Alina Elena Bità, una giovane madre uccisa nella propria abitazione a Cerda lo scorso 9 ottobre in presenza della figlia di 11 mesi.

Le indagini dei carabinieri hanno permesso di acquisire gravi e concordanti elementi indiziari in capo ai due romeni, cugini del marito della vittima, i quali avrebbero agito a seguito di un malriuscito tentativo di furto all’interno dell’abitazione della donna, dove si erano introdotti con un pretesto per trafugare un’esigua somma di denaro. (askanews)

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -