Sottomissione: allontanata per il velo ma il Tar infrange le regole “può tenerlo”

Asmae Belfakir, praticante avvocata dell’ufficio legale dell’Università di Modena, a cui il giudice Giancarlo Mozzarelli, presidente della seconda sezione del Tar di Bologna, aveva chiesto di uscire dall’aula a meno che non si togliesse il velo islamico, potrà partecipare a tutte le udienze indossandolo senza problemi. A quanto si apprende, lo ha assicurato il presidente del Tar, Giuseppe Di Nunzio.

In merito alla notizia, il Presidente del Consiglio di Stato, Alessandro Pajno, aveva incaricato il Segretario generale di richiedere al Presidente della Sezione una relazione circostanziata sull’accaduto ai fini di una compiuta valutazione dei fatti.

Le norme vietano il velo in aula (Art. 129 codice di procedura civile: è fatto divieto di stare in aula a capo coperto)

I segretari provinciali modenesi del Pd Davide Fava e dei Gd Alessandro Poggi hanno espresso vicinanza alla musulmana che “oggi è stata costretta a lasciare l’Aula in cui si teneva l’udienza del Tar che stava seguendo per lavoro perché aveva il capo coperto dal velo. Non il volto, lo ha sottolineato lei stessa, lei era perfettamente identificabile e il suo abbigliamento – precisano -non poteva essere causa di alcun problema di ordine pubblico”. ADNKRONOS

Condividi l'articolo

 



   

2 Commenti per “Sottomissione: allontanata per il velo ma il Tar infrange le regole “può tenerlo””

  1. Tar cagasotto!

  2. È una mediatrice culturale molto impegnata a denunziare le “discriminazioni” che troverà anche dove non ci sono e i giornaloni, filo islamici per passione o per interessi, saranno felici di sostenerla.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -