L’Ungheria vuole vietare l’ingresso a Soros

Condividi

 

BUDAPEST, 17 GEN – Il governo di Budapest sta preparando un pacchetto di leggi contro le organizzazioni civili finanziate dal miliardario filantropo George Soros, accusato di voler favorire l’immigrazione musulmana, e vuole anche vietare l’entrata nel Paese del magnate americano-ungherese. Lo ha annunciato oggi il ministro dell’interno Sandor Pinter dopo una riunione dell’esecutivo.

Soros ha anche la cittadinanza ungherese e dunque non potrebbe essergli vietato di entrare nel Paese ma, alle domande dei giornalisti, il ministro Pinter ha risposto che, con la doppia cittadinanza, è possibile il divieto.

Fra le misure annunciate nel pacchetto di leggi c’è un’imposta del 25% sui finanziamenti ricevuti dall’estero e altre sanzioni. Il piano è stato battezzato ‘Stop Soros!’. Le Ong che forniscono assistenza legale ai profughi, nel mirino delle autorità ungheresi, sono qualificate come “agenti stranieri” o “agenti di Soros”. (ANSA)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -