Genetista Redi: “La razza non esiste. Siamo tutti figli di un gruppo di africani”

“La razza non esiste, è un dato incontrovertibile. Siamo tutti figli di un piccolo gruppo di africani che 200 mila anni fa sono usciti dall’Africa e hanno continuato a incrociarsi”
Le parole del genetista Carlo Alberto Redi

Redi "la razza non esiste"

"La razza non esiste, è un dato incontrovertibile. Siamo tutti figli di un piccolo gruppo di africani che 200 mila anni fa sono usciti dall'Africa e hanno continuato a incrociarsi"Carlo Alberto Redi, genetista.

Geplaatst door Agorà op maandag 15 januari 2018

L’esistenza delle diverse razze umane è un dato di fatto e, oltre ad essere regolarmente presente in natura (come dice la Kyenge: la diversità è ricchezza),  è supportata da una miriade di studi etnologici, senza essere un insulto per nessuno.

Che facciamo li vogliamo cancellare tutti?  Ma fino a che punto si vuole spingere il contorsionismo intellettuale della sinistra mondialista?



   

 

 

4 Commenti per “Genetista Redi: “La razza non esiste. Siamo tutti figli di un gruppo di africani””

  1. E’ inutile che voi cercate di mescolarci e farci credere idiozie del genere,ci sono centinaia di razze,e unificarle in una sola,per voi sarebbe un bel vantaggio!!ma non succedera’!STOP INVASIONE!NO IUSSOLI!!!

  2. Allora ci spieghi perchè,ad es.,se la specie canina è una,le razze canine sono così numerose!

  3. Non sarebbe male dare informazione all’ignorante di turno, che grazie a nuovi ritrovamenti, vi siano prove che Lucy su cui si basano le ricerche del Redi, sono state abbondantemente superate da ritrovamenti di un bipete in Grecia di oltre 300.000 mila anni fa. Quindi, le tesi di un ignorante che peraltro non fa aggiornamenti alle sue ricerche, oltre a rivelarsi inutile dimostra che come tutti, campa solo perché c’è posto.

  4. Se vogliamo essere pratici esistono culture diverse sviluppatesi in funzione dei meridiani e qualche parallelo. Il clima ha influito sul ns modo di pensare ed agire, poi essendo tutti individui siamo costretti ad accettarci diversi non solo per un principio. I Deficienti- se è sufficiente usare solo questo termine- ci costringono nostro malgrado a doverci far carico anche di questi problemi psicologici. Questi individui che ci fanno violenza gratuita, spostando masse dai loro territori-dove altri incoscenti hanno voluto rovinare il loro equilibrio sociale imponendo “stili di vita diversi”- anzichè tenere presente gli ultimi insegnamenti delle scienze psicologiche da applicare nei confronti dei relativi contatti, li usano come fossero merce spostandoli per volutamente creare i nuovi problemi. Non penso che la gente, comune ed istruita, possa amarli, assieme a coloro che li giustifica dietro false dimostrazioni di amore o sentimenti umani. Quando si sveglierà basterà la legge che ha contraddistinto questa civiltà culturale a difenderli? pure questa ulteriore problematica ci è arrivata adosso. Basta un vaffa alla stupidità?

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -