Diano Marina: 16enne circondato e rapinato da sei stranieri

Diano Marina – Circondato da un gruppo di stranieri all’uscita della discoteca, strattonato con violenza e costretto ad allungare il proprio portafoglio per non essere picchiato.

Vittima della rapina è uno studente di 16 anni, di Imperia, che nella notte tra venerdì e sabato, fuori da un noto locale di Diano Marina, in provincia di Imperia, è stato aggredito da una gang, probabilmente di nordafricani, tra i 20 e i 25 anni. Il bottino: sessanta euro. A denunciare l’accaduto, però, è il padre del ragazzo: Fulvio Balestra, consigliere comunale di Imperia, vicino al sindaco Carlo Capacci, appartenente al gruppo misto. “Mio figlio è stato circondato da sei, forse più, persone di colore. Mi diano pure del razzista, che non me ne frega niente – avverte con rabbia il genitore – perché prima di tutto sono un padre”.

Prosegue il padre: “La mia convinzione, che troppa brutta gente giri per le nostre strade, è sempre più marcata. Possiamo fare qualcosa? Sì, certo: impediamo che certi personaggi si insedino nelle nostre città, chiudiamo a chi viene in Italia solo per delinquere e facciamo in modo che chi non rispetta la legge non rimanga impunito. Un plauso lo faccio a mio figlio che ha avuto la capacità di rimanere calmo e non reagire”. Subito dopo la rapina il giovane ha contattato i carabinieri, che sono accorsi sul posto, ma dei malviventi neanche l’ombra. “Intanto, cosa fanno stanno a gente anche se la prendono?”. Pochi minuti dopo, gettato in un angolo, il ragazzo ha trovato il portafoglio, naturalmente senza i soldi. “Hanno provato a strappargli lo smartphone e non ci sono riusciti – conclude il genitore -. E’ probabile che volessero chiedergli dei soldi per riaverlo indietro, come è accaduto anche a un suo amico”.

www.ilgiornale.it

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -