Gerusalemme capitale: su che cosa si basa la decisione ONU? Su pettegolezzi da suk

di Stefano Davidson

Circa nel 1000 a.C. Gerusalemme fu conquistata da Ioab e David che ne fece la capitale del Regno di Israele. La città prima di detta conquista, secondo fonti egizie, era in possesso dei Gebusei che altro non erano che Canaanei, una popolazione tra le cui fila secondo gli studiosi di ogni parte del mondo prosperavano immoralità, riti pagani e dove anche i sacrifici di bambini erano molto diffusi.

Lo studioso di storia biblica Henry H. Halley fa notare che in quell’area gli archeologi “hanno trovato un gran numero di urne contenenti i resti di bambini che erano stati sacrificati a Baal [una delle principali divinità cananee]”. E aggiunge: “L’intera zona si è dimostrata un cimitero per neonati. . . . I cananei praticavano il culto dandosi all’immoralità come rito religioso in presenza dei loro dèi; quindi assassinavano i loro primogeniti come sacrificio a quegli stessi dèi. Sembra che in gran parte il paese di Canaan fosse divenuto una specie di Sodoma e Gomorra a livello nazionale. . . . Gli archeologi che scavano fra le rovine delle città cananee si chiedono perché Dio non li abbia distrutti prima”.

Per cui domando in modo retorico:
i “palestinesi” che rivendicano la Capitale sono discendenti di questi soggetti?
Già perché, nel caso, non mi sembrerebbe una gran rivendicazione…

Ah, dite che forse discendono dagli stessi Ottomani che conquistarono Gerusalemme secoli dopo?

Ma gli Ottomani cedettero quelle terre e il Gran Mufti (tanto amico di Hitler )
dichiarò pubblicamente in un intervista:

SIR L. HAMMOND: L’Amministrazione britannica, acquistò la terra e la consegno poi agli ebrei?

MUFTI: No. Nella maggior parte dei casi i terreni erano già stati acquisiti.

SIR L. HAMMOND: voglio dire l’acquisizione forzata della terra sarebbe stata acquistata per scopi pubblici?

MUFTI: No

SIR L. Hammond: non ottenuti mediante acquisizione forzata?

MUFTI: No.

SIR L. HAMMOND: Ma queste terre, pari a circa 700.000 dunam sono state effettivamente vendute?

MUFTI: Sì, furono vendute, ma il paese fu posto in condizioni tali da facilitare tali acquisti.

SIR I HAMMOND: io non capisco bene cosa intende dire. Sono stati venduti. Chi li ha venduti?

MUFTI: proprietari terrieri.

SIR I HAMMOND: arabi?

MUFTI: Nella maggior parte dei casi arabi.

SIR L. HAMMOND: C’è stata costrizione a vendere, di qualsiasi tipo? Se sì, da chi?

MUFTI: Come in altri paesi, ci sono persone che per forza di cose, ragioni economiche perché non rende, vendono la loro terra. In un caso hanno venduto circa 400.000 dunam in un lotto solo.

SIR L. HAMMOND: Chi? Un arabo?

MUFTI: Sarsuk. Un arabo di Beirut.
SIR L. HAMMOND: Tutto qui?

MUFTI: Gran parte di queste terre appartengono a proprietari terrieri che hanno venduto il terreno malgrado i loro inquilini, che sono stati sfrattati con la forza. La maggioranza di questi proprietari non erano residenti ed hanno venduto la loro terra a scapito dei loro inquilini. Non palestinesi, ma libanesi.

Per cui di cosa parlano all’Onu?
Su cosa si basano?
Su pettegolezzi da suk, visto il numero di nazioni islamiche rappresentate all’ONU?



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -