«Chiedi scusa o ingoia cianuro», trovata morta pornostar accusata di omofobia

I medici non hanno ancora ufficializzato le cause della sua morte, ma nessuno tra i conoscenti mette in dubbio che la celebre pornostar canadese August Ames, al secolo Mercedes Grabowski, si sia suicidata.

Come scrive il Corriere, il corpo senza vita della 23enne è stato trovato martedì scorso nella sua casa di Camarillo, in California.

L’annuncio su Twitter
I media americani affermano che il sospetto suicidio sarebbe stato provocato da una recente polemica online che ha coinvolto l’attrice. August, infatti, ha pubblicato la settimana scorsa un post su Twitter in cui dichiarava di essersi rifiutata di partecipare a delle riprese dopo aver appreso che il suo partner di scena in passato aveva girato film omosessuali e temendo un rischio maggiore di contrarre l’HIV: «Non metto in pericolo il mio corpo – avrebbe dichiarato in un successivo tweet -. Non so cosa fanno nella loro vita privata».

Gli insulti e la difesa
Presto la 23enne è stata sommersa dalle critiche e dagli insulti. A iniziare sono stati i colleghi, sia maschi che femmine, che l’hanno accusata di omofobia

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -