Eclatanti misure censorie delle banche francesi contro Marine Le Pen

(Afp)

In merito ai recenti sviluppi della vicenda che coinvolge le banche francesi ed il Front National, l’europarlamentare Mario BORGHEZIO ha inviato la seguente lettera aperta al Presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi.



“Signor Presidente,

il caso eclatante delle misure censorie applicate da varie banche francesi e, in particolare dalla Société Générale nei confronti del Front National e della sua leader, sta avendo una vastissima eco in tutta l’opinione pubblica europea. Si tratta in effetti di un caso-limite di tentativo illegittimo, da parte di settori importanti del sistema bancario francese, di sabotare, attraverso misure pesantemente restrittive dell’agibilità bancaria, un partito politico e il suo leader.

La presente per richiedere alla Sua alta responsabilità un esame particolarmente attento di questa sconcertante situazione che rischia di poter avere seguito anche in altri ambiti, a scapito non solo della libertà politica, ma anche dello stesso rapporto fiduciario fra i cittadini ed il sistema bancario.

Ciò tanto più in quanto neppure il forte richiamo fatto, a seguito di denuncia, dalla Banque de France ha ottenuto il totale annullamento delle misure discriminatorie adottate dalla citata banca francese nei confronti del partito in questione.

Fiducioso nella sua sensibilità al portato di interesse generale di questa delicata e grave questione, abbia signor Presidente i sensi della mia stima”.

On. Mario Borghezio

Deputato Lega Nord al P.E.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -