Fontana (Lega): il M5s non conosce la differenza tra profughi e clandestini

STRASBURGO, 16 NOV – “Non accettiamo lezioni da esponenti Cinque Stelle che, a Roma, hanno votato a favore della depenalizzazione del reato di clandestinità e in Parlamento Europeo hanno votato per il fallimentare piano dei ricollocamenti e sostenuto posizioni filo-immigrazione, come quelle espresse dalla relazione Metsola-Kyenge”. Così l’europarlamentare e vicesegretario federale della Lega Lorenzo Fontana replicando all’eurodeputata Cinque Stelle Laura Ferrara.

“I grillini non confondano le acque: la votazione di oggi non riguardava i contenuti della riforma di Dublino – che riteniamo essere inutile e inefficace (e infatti abbiamo votato contro in commissione) – ma semplicemente il mandato a trattare con il Consiglio per far sì che si possa arrivare a un nuovo regolamento di Dublino, altrimenti rimarrebbe la situazione attuale. Votando contro i Cinque Stelle hanno quindi votato proprio per mantenere la situazione attuale, cioè 500mila clandestini negli ultimi 3 anni. La Lega, invece, a differenza del M5S, i clandestini non li vuole fare entrare nel Paese. Noi siamo per la realizzazione di campi profughi limitrofi ai Paesi di origine, per l’esame delle domande d’asilo nei Paesi di origine e per l’accoglienza riservata solo ed esclusivamente a chi scappa dalla guerra, in primis donne e bambini. I Cinque stelle, invece, dimostrano di non avere nessuna conoscenza della differenza tra veri profughi – su cui verte la riforma di Dublino – e clandestini che, evidentemente, vorrebbero continuare ad accogliere in massa”.




Ufficio Stampa On. Lorenzo Fontana



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -