Bankitalia: sale il debito pubblico, a settembre 2.283,7 miliardi

Il debito pubblico torna ad aumentare. A settembre, comunica la Banca d’Italia, il debito delle amministrazioni pubbliche è stato di 2.283,7 miliardi, in aumento di 4,4 miliardi rispetto ad agosto.

L’aumento “ha riflesso il fabbisogno delle amministrazioni pubbliche (16,5 miliardi), in parte compensato dalla diminuzione delle disponibilità liquide del Tesoro (per 11,3 miliardi, a 52,1; erano pari a 39,3 miliardi a settembre 2016) e dall’effetto degli scarti e dei premi all’emissione e al rimborso, della rivalutazione dei titoli indicizzati all’inflazione e della variazione del tasso di cambio (complessivamente hanno contenuto il debito di 0,7 miliardi)”.

Nei singoli sottosettori, aggiunge Via Nazionale, “il debito delle amministrazioni centrali è aumentato di 4,5 miliardi; il debito delle amministrazioni locali è diminuito di 0,1 miliardi e quello degli enti di previdenza è rimasto pressochè invariato”. (askanews)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -