E’ genocidio in Yemen: l’Arabia Saudita sta uccidendo 17 milioni di persone

Il Paese è nella morsa del blocco imposta dalla coalizione a guida saudita: milioni di morti per fame e colera e non possono entrare medicine e cibo. L’appello dell’ONU: “Allentare il blocco, fare entrare gli aiuti”.

Sette milioni di persone alla fame, 17 milioni quasi, alla fame. Lo Yemen è afflitto da una delle peggiori carestie mai viste al mondo negli ultimi anni. Chiusi tutti gli accessi al Paese: porti, aeroporti e strade, non possono entrare rifornimenti. Il blocco, imposto dalla coalizione a guida saudita, è stato intensificato lunedì dopo il lancio di un missile verso Riad. Il consiglio di sicurezza dell’ONU chiede lo stop del blocco:che si apra la via agli aiuti.

Mark Lowcoc k, sottosegretario generale agli affati umanitari e coordinatore degli aiuti per le emergenze delle Nazioni Unite, dice: “Non è come la carestia che abbiamo visto in Sud Sudan all’inizio dell’anno, sofferta da decine di migliaia di persone. Non è come la carestia che costò la vita a 250mila somali nel 2011. È la più grande carestia che il mondo abbia mai visto in decenni, con milioni di vittime”.

Lo Yemen, martoriato negli ultimi mesi anche da una grave epidemia di colera , è afflitto da anni da una guerra; l’Arabia Saudita sostiene le forze leali al presidente, un militare eletto nel 2012 e deposto da un golpe nel 2015, contro i ribelli sciiti Houti. Questi, tre giorni fa, hanno accusato i sauditi di aver ucciso 23 civili in alcuni raid nella provincia settentrionale di Hajjah. EURONEWS

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal


FIGO - Free Intelligent Go

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -