Ostia: botte alla troupe Rai da Roberto Spada

“Martedì pomeriggio, due inviati di Nemo Nessuno Escluso, il giornalista Daniele Piervincenzi e il film maker Edoardo Anselmi, sono stati violentemente aggrediti a Ostia da Roberto Spada, membro della famiglia Spada, nota alle cronache per diverse inchieste giudiziarie, e da un suo sodale”. Così in una nota la Rai racconta dell’aggressione alla troupe televisiva a Ostia.

Roberto Spada era un simpatizzante del M5s: “Se non mi candido, voto M5S. E’ l’unico partito pulito

“O noi o loro”, Grillo e Di Maio fanno sloggiare i giornalisti dal ristorante

“Per realizzare un servizio sul voto nel municipio di Ostia, Piervincenzi è andato davanti alla palestra gestita da Roberto Spada per chiedergli un commento sul suo sostegno a Casapound, adesione dichiarata sul suo profilo Facebook qualche giorno prima delle elezioni”, si legge ancora.

“Dopo aver risposto a diverse domande, improvvisamente Spada ha dato una violentissima testata a Piervincenzi e l’ha rincorso, picchiandolo con un bastone – prosegue la Rai – Poi, insieme a un’altra persona, si è diretto verso il film maker, sferrando calci e pugni. Piervincenzi ha il setto nasale rotto e una prognosi di 30 giorni. Il servizio che mostra l’aggressione di cui Piervincenzi e Anselmi sono stati vittime andrà in onda domani sera a Nemo Nessuno escluso su Raidue alle 21,20”.

“Perdonatemi…..io comprendo e rispetto il lavoro di tutti…dopo un’ora e mezza di continuo ‘non voglio rilasciare nessuna intervista’….entrava a forza in una associazione per soli soci… disturbando una sessione e spaventando mio figlio…. voi che avreste fatto??? Negli ultimi 10 giorni sono venuti almeno 30 giornalisti a scoglionare….la pazienza ha un limite”, scrive in un post (poi cancellato) su Facebook Roberto Spada, fratello di Carmine, detto ‘Romoletto’, il boss condannato a 10 anni per estorsione con l’aggravante del metodo mafioso, e titolare di una palestra.

Immediata la replica del vicepresidente di Casapound, Simone Di Stefano, che, rispondendo a un tweet sulla notizia, ha scritto: “Ci vuole poco a fare chiarezza. Roberto Spada non è un esponente di CasaPound. Con lui non condividiamo nulla, se non una sua presenza ad una festa per bambini in piazza 18 mesi fa. Non rispondiamo certo delle sue azioni e la violenza è sempre deprecabile”.

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha sentito nel pomeriggio il direttore generale della Rai Mario Orfeo e il giornalista Piervincenzi per esprimere la propria solidarietà.

adnkronos

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -