Bolzano: bassorilievo del Duce a cavallo ricoperto con un neon

BOLZANO, 5 NOV – Il bassorilievo col Duce a cavallo, nell’atto del saluto romano, col motto fascista “Credere obbedire combattere” da stasera è coperto dalla scritta luminosa “Nessuno ha il diritto di obbedire”. È così che il monumento, in piazza Tribunale a Bolzano, è stato “depotenziato” sovrapponendo al bassorilievo del sudtirolese Hans Piffrader in onore del regime fascista una scritta al neon con una frase attribuita a Hannah Arendt, che dice appunto: “Nessuno ha il diritto di obbedire”.

L’accensione, alle 17 sotto una pioggia battente, ha visto la piazza raccolta in un minuto di silenzio, poi l’orchestra Haydn suonare l’Adagio per archi di Samuel Barber, che fu eseguito per la prima volta da Arturo Toscanini. Una cerimonia solenne, ma senza discorsi ufficiali, come preannunciato, presenti comunque le autorità locali, a partire dal presidente della Provincia autonoma, Arno Kompatscher, e dal sindaco, Renzo Caramaschi. (ANSA)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -