Cina: 3 anni di carcere per chi offende l’inno nazionale

Denigrare l’inno nazionale, potrebbe diventare un reato. Accade in Cina dove il parlamento potrebbe già entro la settimana approvare una legge che punisce con tre anni di carcere chi l’offende o non lo rispetta, o ne modifica soltanto le parole.

Lo stesso vale per la bandiera nazionale, bruciarla o calpestarla comporterebbe, secondo la nuova direttiva, l’applicazione della stessa sanzione. A settembre era stata votata una legge che prevedeva una condanna a 15 giorni di detenzione estesa anche ai territori di Hong Kong e Macau. Nel 2015 alcuni tifosi di calcio ad Hong Kong hanno fischiato l’inno nazionale cinese, con tanto di sanzione da parte della Fifa. EURONEWS



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -