“Allah Akbar”, uomo investe ciclisti a Manhattan: 8 morti. Atto intenzionale

Un uomo ha guidato un furgone per alcuni isolati contromano travolgendo pedoni e ciclisti, sulla pista ciclabile nella parte sud-ovest di Manhattan che affianca la West Side Highway, la superstrada lungo l’Hudson River: almeno otto persone sono state uccise e altre 15 sono rimaste ferite.

Terminata la sua corsa, dopo aver urtato di proposito anche uno scuolabus, il presunto attentatore è sceso dal veicolo – un furgone con il logo Home Depot, retailer di prodotti per la casa – e ha iniziato a urlare “Allah Akbar”, con in mano quelle che la polizia ha poi detto essere armi finte. La polizia lo ha fermato sparandogli a una gamba e poi lo ha arrestato.

Alcune fonti citate da CNN sostengono che tutte le piste sono aperte e che il dipartimento di polizia di New York sta valutando se si tratti di terrorismo. L’Fbi lo sta trattando come tale. L’atto sembra sia stato “intenzionale”, dicono diverse fonti.

Il luogo dell’incidente si trova a poche centinaia di metri da Ground Zero ed è una area molto trafficata sia da auto che da pedoni e ciclisti. La superstrada è stata chiusa per le indagini mentre centinaia di agenti sono intervenuti. Negli edifici della zona è scattata subito la procedura di lockdown; ciò significa che nessuno può entrare o uscire dai palazzi.Non è escluso che ci siano turisti tra le vittime. Le foto e i video diffusi sui social media e dalle tv mostrano alcune biciclette a terra con attaccato al cestino il logo di un agenzia di noleggio di New York. La polizia ha anche fatto sapere che in questo momento non ci sono altri sospetti in fuga. (askanews)

First responders at the scene of the deadly Lower Manhattan terror incident that left at least 8 people dead and over a dozen injured.

Geplaatst door Fox News op dinsdag 31 oktober 2017

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Un “atto codardo di terrore”. Così Bill de Blasio, il sindaco di origini italiane di New York City, ha commentato l’incidente provocato da una persona che, al volante di un furgone, ha guidato per una ventina di isolati contromano su una pista ciclabile di Manhattan causando 8 morti e 15 feriti.

Il sospetto è stato fermato dalla polizia.Si tratta di una “tragedia orribile”, ha continuato il primo cittadino dicendo che l’atto è stato pensato per “distruggere il nostro spirito”, già messo alla prova dall’attacco terroristico dell’11 settembre 2001.

Ai concittadini ha chiesto di restare “vigili” e di essere “proattivi” in questa notte di Halloween trasformatasi in tragedia.Andrew Cuomo, il governore dello Stato di New York, ha detto che al momento non sembra ci sia in atto uno schema terroristico più ampio. La polizia d’altra parte ha detto che nessun altro è ricercato. (askanews)



   

 

 

1 Commento per ““Allah Akbar”, uomo investe ciclisti a Manhattan: 8 morti. Atto intenzionale”

  1. Un altro attentato costruito dalla CIA per giustificare la “illegale” presenza americana in Iraq e in Siria contro il terrorismo.

    Ieri Tillerson ha dichiarato che gli americani erano in Iraq per contrastare l’ISIS, impedendo così all’esercito iracheno di liberare “in proprio” il Paese dal terrorismo, ed oggi, come un orologio, l’America viene attaccata da un attentato islamico che certamente sarà rivendicato dall’ISIS, offrendo il pretesto agli Stati Uniti di rimanere in Iraq ed in Siria a combattere un’ISIS che li ha attaccati in America e che naturalmente non si estinguerá mai perchè altrimenti il “pretesto” decadrebbe!!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -