Pd, Minniti: “Dopo Renzi, per me c’è Renzi”

“Dopo Renzi, per me c’è Renzi. Io ho sostenuto la sua candidatura al congresso con grandissima convinzione sapendo che per quanto ci riguarda il candidato premier è il segretario del Pd, come prevede lo Statuto del partito. Per me nulla è cambiato”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Marco Minniti, intervenendo alla Festa Fogliante – Giornate dell’Ottimismo del giornale “Il Foglio”, in corso a Palazzo Vecchio a Firenze, durante un’intervista del giornalista Salvatore Merlo.

“Noi dovremo abituarci a qualcuno che può fare qualcosa senza pensare a quello che viene dopo – ha aggiunto Minniti – Per quanto mi riguarda, già fare il ministro è una cosa molto impegnativa”.

“Quello che non si deve mai fare quando si ha a che fare con il potere è avere ebbrezza da alta quota, perchè è il primo passo della caduta in picchiata. Per me il punto più importante della mia esperienza politica e di governo è che finito il mio incarico qualcuno dica che l’ho svolto con dignità e onore. Allora sarò la persona più felice e contenta”, ha aggiunto il ministro. “Non sono mai andato di fretta – ha raccontato il ministro – Sono stato sottosegretario nel governo D’Alema nel 1998 e sono poi stato ministro, per la prima volta, solo nel 2016. Per me il punto più importante della mia carriera politica e di governo sarà quando, finito il mio incarico, qualcuno dirà: ‘Minniti ha concluso il suo mandato con dignità e onore'”. ADNKRONOS



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -