Armati di coltello minacciano di morte un’operatrice, arrestati due migranti

Agrigento – Due immigrati ospiti della comunità “Il Melograno”, sono stati tratti in arresto per i reati danneggiamento aggravato, violenza privata, minaccia aggravata, false dichiarazione alla Polizia Giudiziaria.

Scrive AgrigentoWeb che i due, Kolema Camara e Lamin Minteh, armati di coltello, hanno prima minacciato di morte l’educatrice della comunità affinché venissero trasferiti in un’altra comunità. Al diniego dell’operatrice – che non poteva ottemperare – sono andati in escandescenze distruggendo un PC, due porte e i vetri di una finestra. Poi, trascinando l’operatrice per un braccio, l’hanno rinchiusa nel proprio ufficio per circa 10 minuti, fino all’arrivo dei soccorsi.

Su disposizione dell’A.G. venivano sottoposti radiografia per accertarne la maggiore età, e ultimati gli accertamenti di rito sono stati posti in arresto.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -