Migrante “investito” in bici: pretende soldi invece dell’ambulanza

Non ha voluto l’ambulanza, ma chiesto soldi. Un migrante, ospite in un centro di accoglienza di Como, ha urlato contro l’automobilista che l’aveva “investito”.

“Give me money, give me money”, urlava l’immigrato rifiutando l’intervento dei medici e sperando di ottenere un risarcimento da chi guidava l’auto.

Il fatti risalgono a martedì 10 ottobre. A Como, intorno alle 15, un’auto in coda su via Grandi urta leggermento un uomo in bicicletta che sta attraversando la strada in prossimità delle strisce pedonali. Il giovane migrante in bici cade a terra, anche se per i testimoni si sarebbe appoggiato volontariamente al cofano dell’auto lasciandosi poi cadere a terra.

Il conducente, in apprensione per quanto accaduto, scende dalla macchina per sincerarsi sulle condizioni dell’infortunato. Il quale, però, rifiuta la chiamata al 118 e inizia a chiedere soldi all’autista. Convinto a non dargli nemmeno un euro, il conducente chiama il 112 e sul posto intervengono la polizia, la municipale e la croce rossa. Tutto per il 19enne nigeriano in Italia come richiedente asilo.

Ora, secondo quanto riporta Qui Como, le forze dell’ordine stanno indagando su quanto accaduto. E forse sarà l’autista alla fine a denunciare il migrante per l’aggressione verbale.

www.ilgiornale.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -