Migranti: Corte di Strasburgo condanna la Spagna per i respingimenti

Condividi

 

STRASBURGO, 3 OTT – La Corte europea dei diritti umani ha condannato la Spagna a risarcire due migranti, con cinquemila euro ciascuno, per averli respinti in Marocco. I due erano stati sorpresi a scavalcare le barriere attorno all’enclave spagnola di Melilla. La sentenza pone un precedente importante sulle procedure che vengono seguite da Madrid ai confini della sua enclave. E’ la prima volta che la Corte si pronuncia su espulsioni collettive della Spagna a Melilla.

Il caso riguarda due migranti del Mali e della Costa d’Avorio, respinti in Marocco, con una settantina di altri, nel 2014. I giudici hanno rifiutato la tesi di Madrid secondo cui l’espulsione è avvenuta fuori del proprio territorio nazionale e che quindi non può essere considerata come una violazione delle garanzie della Convenzione europea dei diritti umani. La Corte di Strasburgo evidenzia che “non è necessario stabilire se i due uomini si trovassero o meno sul territorio spagnolo dato che dal momento che sono scesi dalle barriere sono stati sotto l’esclusivo controllo delle forze dell’ordine spagnole”.(ANSAmed).

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -