Agenzia delle Entrate: “Senza riforma a rischio il sistema tributario”

In assenza di una riforma delle agenzie fiscali è a rischio ”il nostro sistema tributario, delle nostre finanze pubbliche e del nostro stesso vivere civile”. E’ quanto afferma il direttore dell’Agenzia delle Entrate , Ernesto Maria Ruffini, nel testo consegnato in commissione Finanze al Senato, in occasione dell’audizione sul progetto di legge sulla riorganizzazione delle agenzie fiscali. Se sarà approvato rappresenterà ”un’importante riforma tributaria, con rilevanti riflessi sugli equilibri della finanza pubblica e sul contrasto all’evasione fiscale”.

I COMPITI – ”È indispensabile, è urgente che le agenzie fiscali riprendano quel cammino che un tempo sembrò così ben avviato”, dice il direttore. ”Per questo è indispensabile, è urgente che alle agenzie sia dato un quadro chiaro di ciò a cui esse hanno diritto nello svolgere la propria attività, perché solo così possiamo da esse pretendere quello che da esse ci aspettiamo”.

RISTRUTTURAZIONE – Il fisco, sottolinea Ruffini, ”non dovrebbe essere semplicemente un insieme di istituti giuridici ma un’infrastruttura, un’opera pubblica senza la quale il Paese non può funzionare”. E come tutte le infrastrutture ”ha bisogno di manutenzione costante, ordinaria e straordinaria, e di tanto in tanto di una ristrutturazione”. Con l’attuazione della riforma contenuta nel provvedimento all’esame del parlamento ”sarà possibile ripartire dall’originale impostazione del modello delle agenzie della fine degli anni Novanta e porla al passo con i tempi”.

ROTTAMAZIONE – ”Stiamo rendicontando” gli incassi provenienti dalla rottamazione delle cartelle fiscali. ”Sicuramente – afferma il direttore Ruffini – siamo in linea con la rendicontazione” e ”siamo confidenti di andare anche meglio”. ADNKRONOS

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -