Marocco: 13enne data in sposa a uomo di 27 anni, polizia blocca le nozze

Le foto pubblicate su Facebook di un matrimonio tra un uomo di 27 anni e una ragazzina di 13, avvenuto a Tetouan, poco più di 400 mila abitanti, nel nord del Marocco, ha provocato un’ondata di sdegno talmente clamorosa da costringere la polizia marocchina ad intervenire per bloccare le celebrazioni, rimandando a casa festeggiati ed invitati.

Secondo la notizia riportata da le360.ma, la mamma della 13enne ha affermato che si trattasse di una normale festa di fidanzamento, una promessa d’amore in attesa del compimento dei 18 anni, età minima prevista per il matrimonio dalla Moudawana, il codice della Famiglia riscritto e aggiornato nel 2004.

­La vicenda si è svolta sabato sera, quando le immagini e i video postati sui social hanno attirato l’attenzione di moltissimi utenti e delle autorità. Nonostante le parole della madre, le foto sembravano raccontare un matrimonio in piena regola, ambientato in un palazzo per cerimonie colmo di invitati.

“Lei è consenziente e non è stata obbligata”: afferma la mamma della ragazzina, anche se la Moudawana ammette delle eccezioni nel caso in cui un giudice autorizzi il matrimonio di una minorenne. Il caso si è concluso senza arresti e denunce, ma ha riportato di nuovo in superficie un tema molto delicato: quello delle spose bambine. Secondo le statistiche del ministero della Giustizia marocchino, soltanto nel 2014 ci sono stati 33mila matrimoni con spose minorenni nel Paese africano.

www.today.it/mondo



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -