Iran, stuprò e uccise una bimba di 7 anni: impiccato in pubblico

Condividi

 

E’ stato impiccato in pubblico nella piazza di Parsabad, nel nord-ovest dell’Iran, Esmail Jafarzadeh, condannato a morte per lo stupro e l’omicidio di Atena Aslani, bambina di 7 anni scomparsa lo scorso 19 giugno e il cui cadavere venne ritrovato nel garage dell’abitazione dell’uomo. Lo hanno riferito i media locali, precisando che molte persone hanno assistito all’esecuzione.

I dettagli della morte della piccola Aslani avevano scatenato un’ondata di rabbia in tutto il Paese. I social, dopo l’arresto di Jafarzadeh e la sua presunta confessione, erano stati invasi dai commenti sull’accaduto. Lo stesso presidente Hassan Rohani era intervenuto sul caso definendolo “orribile” e chiedendo che fosse fatta giustizia.

Naser Atabati, il procuratore di Ardebil, capoluogo dell’omonima provincia dove è avvenuto l’omicidio, ha spiegato che la condanna a morte è stata eseguita in pubblico per “ripristinare nei cittadini il senso di sicurezza e dare sollievo alle loro menti inquiete”. Dopo un rapido processo, Jafarzadeh era stato dichiarato colpevole dalla Corte Suprema l’11 settembre. adnkronos

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -