Tragedia a Pozzuoli: padre, madre e figlio morti in una Solfatara

Condividi

 

Tre persone sono morte in un incidente in una Solfatara, cratere vulcanico di Pozzuoli (Napoli), noto per le sue fumarole. I tre deceduti sono padre, madre e figlio, rispettivamente di 47, 45 e 11 anni. Si tratta di una famiglia di Torino, presumibilmente in visita turistica nell’area dei Campi Flegrei. Salvo un secondo figlio di 7 anni. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il bambino avrebbe superato una recinzione che delimitava un’area in cui si era di recente aperto un crepaccio, precipitando per circa tre metri seguito dai genitori che hanno tentato inutilmente di salvarlo. I tre sarebbero morti a causa delle esalazioni.

E’ stato “impossibile” mettere in atto alcun intervento di soccorso per salvare padre, madre e figlio, spiegano i sanitari del 118 in una nota diffusa dalla Asl Napoli 2 Nord, competente per il territorio di Pozzuoli. Il 118 è stato allertato alle 12.07 dalla Direzione della Solfatara a seguito dell’incidente che si era appena verificato. “Non avendo dettagli circa la gravità del caso – spiega la Asl – la centrale operativa della Asl Napoli 2 Nord ha inviato un’ambulanza avanzata di tipo A con medico a bordo, ma predisponendosi a inviare ulteriori soccorsi in caso di necessità”. I sanitari del mezzo, partiti dall’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, giunti immediatamente sul posto hanno verificato “l’impossibilità di mettere in atto alcun intervento di soccorso”.

Il sito della Solfatara, dal quale sono stati fatti uscire dalle forze dell’ordine tutti i turisti e lavoratori presenti, è stato chiuso.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -