Ex Moi Torino: case e lavoro per gli occupanti abusivi

Condividi

 

TORINO, 31 AGO – “Nelle palazzine dell’ex villaggio olimpico di Torino 2006 vivono in tutto circa 750 stranieri, 50 dei quali nei sotterranei. Non ci saranno sgomberi, la parola non è contemplata, E’ prevista la liberazione graduale delle case grazie a soluzioni abitative e a soluzioni formative e lavorative”. Francesco Profumo, presidente della Compagnia San Paolo, considera un fiore all’occhiello il ‘progetto Moi’ (Migranti Opportunità Integrazione) messo in campo con Prefettura, Comune, Regione Piemonte, Città Metropolitana e Diocesi.

“E’ un modello di sviluppo e di coesione sociale. C’è bisogno di pazienza, anche sul fronte della comunicazione bisogna stare attenti”, afferma Profumo. Il progetto – finanziato con un milione e 750 mila euro della Compagnia e 500 mila dal Comune – prevede innanzitutto la ricerca di posti di lavoro: 20 persone hanno seguito corsi di formazione e sono partite per Veneto, Friuli e Liguria. Nelle case libere potrebbero essere spostati alcuni stranieri che vivono negli scantinati. (ANSA)

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -