Corea del Nord, gli Usa vogliono sanzionare le banche cinesi

Visto che per il momento le sanzioni dell’Onu non sono riuscite a frenare le ambizioni nucleari della Corea del Nord, negli Stati Uniti sono in molti a spingere affinché Washington imponga sanzioni alle banche – soprattutto cinesi – che fanno affari con Pyongyang, anche a costo di creare tensioni con Pechino.

Quasi un mese dopo l’approvazione all’unanimità di una risoluzione Onu che avrà un impatto negativo sul regime di Kim Jong Un pari a un miliardo di dollari di mancate esportazioni, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite è stato unanime nel condannare l’ultimo lancio di un missile nordcoreano (quello lanciato martedì e che ha sorvolato il Giappone prima di schiantarsi nel Pacifico). Quella condanna però non è garanzia di nuove sanzioni in arrivo contro la nazione più isolata al mondo. (askanews)



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -